Premier League: Manchester United travolgente

Nella prima dopo l’addio di Cristiano Ronaldo, esulta il Manchester United: Rashford e compagni sconfiggono 3-0 il Nottingham Forest e si portano a una sola lunghezza dal quarto posto. Sotto il diluvio che colpisce Old Trafford, il primo squillo è dei ragazzi di ten Hag: Malacia colpisce con potenza, ma Hennessey si salva con la complicità del palo. I Red Devils dominano il possesso palla e passano al 20′, grazie a un’idea geniale di Eriksen: l’ex Inter e Tottenham batte il corner rasoterra e trova Rashford, che colpisce dal dischetto con precisione. Passano tre minuti e arriva anche il bis, firmato da Martial con la complicità di un Hennessey tutt’altro che sicuro nell’occasione. Il Nottingham Forest sfiora il gol con Yates, che è sfortunato: alla mezz’ora de Gea devia d’istinto il suo tiro col petto, mentre nel finale di tempo il 2-1 viene annullato per un tocco in offside di Boly. Nella ripresa Cooper perde Lingard e lo United gioca sul velluto, sfiorando il tris con Antony e Martial: Hennessey, sostituto dell’indisponibile Henderson, salva i suoi in entrambe le occasioni e si ripete poco dopo su Rashford. L’estremo difensore gallese capitola solo all’87’, quando Fred trova il meritato 3-0 dei Red Devils: l’azione viene avviata e orchestrata da Casemiro, che ruba palla e serve il compagno con un tocco illuminante. Non c’è tempo per altre emozioni, e lo United può esultare: ten Hag e i suoi ora intravedono la zona-Champions, mentre il Nottingham Forest resta penultimo con 13 punti.

9 comments

  1. Pingback: spin238

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *