Mercato Roma, si va verso la rivoluzione: Celik, Solbakken e Frattesi, ma occhio a Zaniolo

La rivoluzione è cominciata. L’arrivo di Nemanja Matic, previsto nei prossimi giorni o addirittura nelle prossime ore, è solo il primo di una serie di colpi che sta preparando la Roma, soprattutto a centrocampo, ma non solo. Molti sono in partenza. Jordan Veretout piace al Marsiglia, ma potrebbe essere inserito nella trattativa per il terzino destro del Lille Zelik Celik. L’accordo con il giocatore turco è già stato trovato e in casa Roma c’è ottimismo per la chiusura della trattativa intorno ai 7 – 7,5 milioni di euro.

Diawara e Darboe hanno le valigie pronte e potrebbero sbarcare in Premier League o Ligue 1. E’ ancora incerto poi il riscatto di Villar da parte del Getafe, ma se il centrocampista spagnolo dovesse tornare a Trigoria sarebbe comunque solo di passaggio verso un’altra destinazione. Infine resta da sistemare la situazione Oliveira. Mourinho vorrebbe tenerlo, ma la società non ha alcuna intenzione di pagare i 13 milioni richiesti dal Porto. Una volta risolta la questione partenti, allora sarà tempo di rinforzi. Uno su tutti Davide Frattesi, il classe ’99 del Sassuolo, che i neroverdi valutano intorno ai 35-40 milioni, una cifra inarrivabile per la Roma che potrebbe inserirsi solo se la sua quotazione scendesse intorno ai 20 milioni.

Ma la situazione che tiene i tifosi giallorossi col fiato sospeso è quella relativa a Nicolò Zaniolo. La trattativa per il rinnovo è in stand by e il suo contratto scadrà a giugno 2024. Il rischio è di perdere il proprio gioiello a zero. Un’opzione ovviamente sgradita alla Roma, che piuttosto preferirebbe cederlo quest’estate e incassare tra i 45 e i 50 milioni di euro (tenendo conto del 15% che andrebbe all’Inter, detentrice dei diritti sulla rivendita). In pole restano Milan e Juventus. In caso di partenza di Zaniolo, i giallorossi si lancerebbero su un altro top del Sassuolo: Domenico Berardi.

La Roma punta infine a rinforzarsi anche in attacco. In questo senso sembrerebbe in chiusura l’affare Ola Solbakken del Bodo Glimt, 23 anni, che ha colpito la squadra di Mourinho tre volte nel corso delle quattro sfide di Conference League. Il club norvegese vorrebbe ritardare la partenza per tenerlo almeno una parte dell’estate in modo da utilizzarlo durante i preliminari di Conference, quindi ai giallorossi servirà uno sforzo economico in più per convincere gli ex rivali a cederlo subito.

6 comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *