bandiera lazio calcio

Lazio, il fronte delle cessioni: Fares bloccato, bonus Muriqi

Un’uscita su due. Kamenovic andrà allo Sparta Praga in prestito appena aprirà il mercato ceco, qualche giorno dopo quello italiano (2 gennaio). Fares è bloccato a Formello. L’esterno algerino non ha pace, s’è rifatto male nelle scorse settimane in allenamento. Niente di grave, ma lo stiramento che s’è procurato lo costringerà ad uno stop che si concluderà a metà gennaio. La società sperava di cederlo per sommare le due uscite numericamente ed economicamente. Per superare i vincoli dell’indice di liquidità è necessario cedere il più possibile così da poter addizionare gli ingaggi uscenti e avere una disponibilità più alta per acquisire un nuovo giocatore con stipendio di medio-alto livello. Kamenovic guadagna 300 mila euro netti, Fares ha un contratto da 1,2 milioni, pesantissimo per quanto abbia dato in questi anni. Era reduce da un grave infortunio, a Torino (appena arrivato in prestito dal Genoa) s’era procurato la lesione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro. E’ storia del gennaio scorso. In estate non aveva recuperato, dopo essere rimasto per altri quattro mesi a Formello sperava di ritrovare la forma necessaria per ricevere offerte. Si è stirato. E’ gestito dal gruppo Raiola, con cui la Lazio valuta l’arrivo dell’esterno Luca Pellegrini per giugno. Nei giorni scorsi il nome di Fares è stato associato ad Atalanta e Bologna, fosse vero sarebbe un colpo per Lotito.