logo juve

Una separazione annunciata: gli ultimi tre mesi e mezzo di Dybala alla Juve

Sette anni, una stagione della sua vita iniziata nel 2015 che ora volge al termine. Una separazione annunciata quella tra Dybala e la Juve, per un rinnovo che non è arrivato a fronte d’incomprensioni reciproche, attese disattese, richieste e risposte fuori tempo e fuori luogo. A giugno l’argentino migrerà altrove: a meno di clamorosi ripensamenti, sarà infatti addio. La decisione del club di lasciare in anticamera il procuratore della Joya, rimandando l’incontro previsto per oggi con Jorge Antun, ha il significato di una mancata e definitiva stretta di mano. La Juve ha fatto insomma la sua mossa, Dybala dovrebbe ora chinare il capo e rinnovare a condizioni non sue: cosa di per sé non impossibile se solo l’argentino avvertisse ancora quella fiducia che aveva portato sulle sue spalle il numero 10. Ma invece ora tutto è diverso, e lui per prima ha capito di non ricoprire più alcuna centralità nel progetto juventino.