bandiera milan

Milan, Maldini all’attacco: “Io e Massara senza contratto: irrispettoso”

Nemmeno il tempo di digerire la sbornia della festa scudetto, che in casa Milan scoppia una inattesa bomba e a sganciarla, sorprendentemente, è Paolo Maldini nel corso di un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport. Il responsabile dell’area tecnica rossonero parla senza filtri, molto diretto come sua abitudine, e non risparmia critiche: “Io e Massara siamo in scadenza e non abbiamo rinnovato – dice -. Per il percorso fatto e la vicenda Rangnick trovo poco rispettoso che l’a.d. (Gazidis, ndr) ed Elliott non si siano neppure seduti a parlare, dico solo a parlare. Perché loro potrebbero dirci ‘Il vostro lavoro non è stato abbastanza buono per continuare’ o può essere che io dica ‘La vostra strategia non mi piace’. A me piace essere una sorta di garanzia per il milanista”. “Io non sono la persona giusta per fare un progetto che non ha un’idea vincente. Non potrei mai farlo. La realtà è che la proprietà non si è mai seduta al tavolo e questa cosa non va bene”.