bandiera bianca juve

Juventus, Pogba a Lione per il consulto medico sul ginocchio: operazione o terapia conservativa?

In casa Juventus oggi giornata decisiva sul fronte Paul Pogba, che – assieme ai medici bianconeri – deve prendere una decisione sull’infortunio al menisco del ginocchio destro. Il centrocampista vedrà a Lione il professor Sonnery Cottet-Bertrand, lo stesso che aveva operato Zlatan Ibrahimovic a fine maggio, prima di prendere una decisione definitiva. Tre le ipotesi sul tavolo, con tempi di recupero molto variabili: terapia conservativa, operazione per rimuovere il frammento di menisco interessato o la sutura della zona di lesione del menisco.

Pogba preferirebbe la prima soluzione, per arrivare con maggiore serenità al Mondiale di novembre e poi eventualmente rivalutare la situazione e procedere a un intervento. Eppure l’operazione sembra inevitabile, e sarebbe anche l’ipotesi preferita della Juve che così perderebbe subito per qualche mese il faro a centrocampo ma poi lo avrebbe a disposizione in pianta stabile in una visione a medio-lungo termine.

Nel caso di terapia conservativa si navigherebbe a vista, con la rimozione del frammento di menisco si stima un’assenza di 40-60 giorni (Pogba perderebbe 7-8 partite tra campionato e Champions League) mentre con l’opzione più invasiva Allegri ritroverebbe il centrocampista direttamente a gennaio.

Tempi di recupero dunque molto variabili e che, visto anche l’infortunio a McKennie, fanno capire come la giornata odierna sia molto delicata per la Juve che, a seconda della scelta di Pogba, potrebbe pure rivedere i propri piani di mercato.