logo juve

Amichevoli, Arsenal-Juventus 0-2: i bianconeri sconfiggono la capolista della Premier

Può sorridere Max Allegri. La Juventus, nonostante una formazione rimaneggiata e svariati giocatori della formazione NextGen in campo, sconfigge 2-0 l’Arsenal all’Emirates. La sfida, dominata dai Gunners nel primo tempo, si sblocca nel recupero: Xhaka devia il cross di Fagioli e beffa Ramsdale. In una ripresa povera d’emozioni, arriva poi il bis di Iling-Junior (91′) con leggera deviazione di Holding, che certifica il successo bianconero sulla capolista della Premier League.

La Juventus ottiene una vittoria che fa morale, nell’amichevole di prestigio disputata in Inghilterra: i bianconeri, nonostante una formazione rimaneggiata e molti NextGen in campo, sconfiggono 2-0 l’Arsenal. Il primo tempo si gioca praticamente a una sola porta, con la capolista della Premier che spinge a caccia del vantaggio e la Vecchia Signora che non fornisce palloni giocabili a Kean, unico terminale offensivo. Ødegaard ispira i Gunners e Perin è subito protagonista: il portierone bianconero salva in due occasioni su Fabio Vieira, molto ispirato nella prima mezz’ora. I londinesi troverebbero anche il gol con Nketiah al 33′, ma la rete viene annullata per offside. L’attaccante dell’Arsenal, che perde Reiss Nelson per infortunio, è molto sfortunato e colpisce il palo pochi istanti più tardi. Il colpo di scena arriva nel recupero, con la Juventus che trova il vantaggio a sorpresa: Xhaka sporca il cross di Fagioli e beffa Ramsdale per l’1-0 bianconero. L’Arsenal si trova così in svantaggio, nonostante il 75% di possesso palla, e nella ripresa va a caccia del pari con un pressing forsennato. Gli uomini di Arteta non costruiscono occasioni e nell’extra-time ne approfitta la Juventus, che al 91′ raddoppia con Iling-Junior: l’esterno offensivo, in campo nell’ultima mezz’ora, ritrova il gol con un tiro deviato da Holding. Sorride Allegri che, nonostante con una formazione rimaneggiata e tante assenze (tra Mondiali ed infortuni), sconfigge 2-0 la capolista della Premier League.