logo_tottenham-hotspur

Champions League: perde nel finale il Tottenham di Conte

Se contro il Marsiglia il finale aveva sorriso al Tottenham di Antonio Conte, a Lisbona succede l’esatto contrario: gli Spurs, sullo 0-0 fino all’89’, perdono 2-0 in casa dello Sporting, ora primo a punteggio pieno nel gruppo D. All’Estádio José Alvalade, il protagonista del primo tempo è Richarlison: il match winner della sfida contro i francesi ci prova più volte, ma viene prima murato da Adan, poi segna ma in netta posizione di fuorigioco. I portoghesi, invece, sono tutti nella conclusione ravvicinata di Edwards nel recupero, salvata però con un miracolo da Lloris. L’equilibrio persiste anche nella ripresa, ma nel finale ecco l’uno-due che fa sorridere i padroni di casa: Paulinho svetta di testa su calcio d’angolo e firma l’1-0 al 90′, mentre tre minuti dopo è Arthur Gomes, appena entrato, a chiudere i giochi con uno splendido slalom in contropiede. Lo Sporting sorride e sale al primo posto in solitaria, con 6 punti, zero gol subiti e +5 di differenza reti. A quota 3, invece, resta il Tottenham di Antonio Conte. A 3 punti insieme agli Spurs c’è l’Eintracht Francoforte, che vince 1-0 in casa del Marsiglia. Nonostante la presenza di Payet e Sanchez tra i titolari, a fine primo tempo è Lindstrom a portare in vantaggio i tedeschi. Nella ripresa, Kamada si vede annullare il possibile raddoppio per fuorigioco, ma il forcing finale dei transalpini non porta all’1-1: Tudor resta a quota 0 con 0 gol fatti e 3 subiti, mentre i tedeschi salgono a 3 punti e si giocheranno tutto nel doppio confronto con gli inglesi di Conte, con andata a Francoforte e ritorno a Londra.